fbpx

Mediazione civile: un’opportunità per imprese e cittadini

mediazione

La mediazione civile è uno strumento che offre la possibilità alle parti di arrivare a un accordo anche a fronte del fallimento delle trattative informali tra le stesse e di evitare il contenzioso, con risparmio di tempi e di costi.

Cos’è?

La mediazione civile è finalizzata alla risoluzione delle controversie sorte tra due o più parti attraverso la ricerca di un accordo che possa risultare vincente per tutti i soggetti coinvolti. Attraverso essa si tenta di gestire e risolvere un conflitto senza adire l’autorità giudiziaria ma con il supporto di una figura specializzata nell’aiutare coloro che si trovano su posizioni contrastanti a giungere a un accordo, attraverso un confronto costruttivo e proponendo delle soluzioni che soddisfino tutti.

La mediazione rappresenta un’importante opportunità per le parti, per i numerosi vantaggi che comporta, soprattutto in termini di risparmio di tempo e di costi per giungere a una soluzione del conflitto che ha la stessa certezza di essere rispettata che la legge attribuisce alle decisioni giudiziali.

La tematica è oggi argomento di interesse di numerose professionalità differenti, come amministratori di condominio, avvocati, assicuratori, e ha acquisito una crescente rilevanza in seguito al diffondersi dell’emergenza sanitaria.

Istanza di mediazione

Per avviare un procedimento di mediazione bisogna presentare un’apposita istanza all’organismo di mediazione prescelto, competente per territorio. Una volta presentata l’istanza, l’organismo designa il mediatore e fissa un incontro entro 30 giorni. Il procedimento può estendersi per tre mesi al massimo.

Il primo incontro è dedicato a chiarire la funzione del procedimento e le modalità di svolgimento dello stesso. La fissazione del primo incontro è notificata dalla parte istante all’altra parte, che invitata a partecipare al procedimento.

Se l’accordo non riesce, le parti sono libere di portare il contenzioso in tribunale.

Tornando alla situazione attuale, per esempio, gli amministratori di condominio risultano in parte obbligati ad avere una conoscenza di base sulle modalità della mediazione, dal momento che questa categoria di professionisti si trova a dover rappresentare i condomini in mediazione.

L’istanza di mediazione è idonea a interrompere la prescrizione allo stesso modo di una domanda giudiziale. Se non si raggiunge un accordo, il termine prescrizionale riprende a decorrere da quando il verbale di mancata conciliazione è depositato presso la segreteria dell’organismo di mediazione presso il quale si è svolta la procedura.

Perché la mediazione è efficace?

Mediare è qualcosa che tutti noi facciamo in ogni momento della nostra vita. L’attività del mediatore prenderà sempre più piede per l’assenza di rigide regole di forma volte a disciplinarne le modalità di svolgimento. È un professionista con requisiti di onorabilità, competenza, terzietà e imparzialità che, individualmente o collegialmente, svolge la mediazione rimanendo privo, però, del potere di rendere giudizi o decisioni vincolanti per i destinatari del servizio medesimo.

Nel settore dell’edilizia, la mediazione offre una possibilità per risolvere i conflitti qualora si parli di appalti e subappalti, per la direzione tecnica nei cantieri, per il recupero del credito, per tutte le questioni legale al 110%, per questioni connesse ai condomini e alla loro amministrazione.

Diventa quindi uno strumento fondamentale per trovare degli accordi che hanno il valore di sentenza passata in giudicato, che si fondano su una valorizzazione delle relazioni e su la migliore alternativa rispetto a ciò che potrebbe succedere in tribunale.

Dott. Massimiliano Ferrari
Formatore e Mediatore di AccademiADR
Referente TEAM Formatori

Condividi:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Share on linkedin
LinkedIn