fbpx

Pure Milano, l’app dedicata alle architetture di Milano

pure

Il designer e fotografo olandese Sosten Hennekam sviluppa l’app Pure Milano offrendo un catalogo di architetture geolocalizzate della città lombarda.

Dal profilo Instagram @pure_milano_photo curato dal designer e fotografo olandese Sosten Hennekam nasce un’app per scoprire e approfondire l’architettura della città di Milano.
Sosten Hennekam, da trent’anni in Italia e da sette a Milano, ha fondato con Massimiliano Cirillo lo studio di Architectural lighting design Corte Gherardi. La passione per la fotografia e per il design gli hanno permesso di costruirsi una banca dati da trasformare in una guida. Hennekam aveva pensato all’inizio alla realizzazione di un libro ma sarebbe stato uno strumento più limitativo e ha optato per l’attuazione di un’app, dinamica e sempre in fase di aggiornamento.

Pure Milano è la sintesi tra un libro fotografico ed una guida completa e unica nel suo genere, sull’architettura e sull’arte della città. Da accesso a una banca dati in continua implementazione dell’architettura e l’arte divenendo strumento di riferimento per eccellenza per studiosi, architetti, studenti, agenti immobiliari e chiunque sia interessato all’ampia varietà e all’alta qualità dell’architettura che la città di Milano ha da offrire.
L’app raccoglie mille architetture milanesi e seimila tra edifici e monumenti storici, tutti archiviati e mappati attraverso una ricerca iconografica, riferimenti e pubblicazioni d’archivio. Si conferma così una guida per i professionisti di settore ma anche per appassionati, studiosi, studenti, turisti che scoprono la bellezza architettonica di Milano con un click.

Tra le architetture schedate dall’app, il Teatro alla Scala di Giuseppe Piermarini (1776-77), il Cimitero Monumentale di Carlo Maciachini (1864-66), Garage Italia in viale Certosa 86 di Mario Bacciocchi (1951-53). Non mancano le architetture di protagonisti come Gio Ponti, Piero Portaluppi e Luigi Caccia Dominioni e le architetture come le Colonne di San Lorenzo e L.O.V.E. di Maurizio Cattelan in piazza degli Affari.

Come funziona?

Basta scaricare Pure Milano per consultare l’app mentre si è in strada e si nota un edificio. Inserendo l’indirizzo si troveranno tutte le informazioni relative: la datazione, lo stile, l’architetto e la destinazione d’uso. Pure Milano, inoltre, da la possibilità di visionare le immagini a tutto schermo e vedere i dettagli con lo zoom. La funzione search permette di ricercare le foto per macro categorie, geolocalizzazione, dettagli di costruzione e progettista, nell’ottica di poter scegliere il percorso che si desidera fare.
È possibile scaricare l’app su iOS e Android. Gratuitamente si ha l’accesso a 100 edifici, ma se volete l’accesso alla banca dati completa è disponibile la versione PRO a pagamento (19,99 euro).

Come migliorerà?

Alla mappatura saranno aggiunte le fotografie di Sosten Hennekam, rigorosamente in bianco e nero, perché come sottolinea il fotografo questo ci permette di focalizzare la nostra attenzione su forme, proporzioni, volumi e dettagli. Inoltre, a breve verrà inserita una nuova funzione che tutti apprezzeranno: saranno disponibili itinerari tematici.

Sicuramente l’obiettivo di Sosten Hennekam è stato raggiunto: attraverso la sua app si può ammirare l’ampia varietà e qualità dell’architettura che Milano offre e si può vivere e osservare la città con “lentezza”.

 

Condividi:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Share on linkedin
LinkedIn