fbpx

Wakeup Cosmetics: un nuovo beauty store a Milano

WakeUp

Nel nuovo store WakeUp Cosmetics Milano i clienti diventano il centro di un’esperienza che li guida attraverso lo spazio.

Lombardini22, gruppo leader nello scenario italiano dell’architettura e dell’ingegneria, opera a livello internazionale attraverso tre brand: L22, brand del gruppo Lombardini22 dedicato alla progettazione architettonica e ingegneristica per i grandi clienti internazionali e per i progetti di grande dimensione nei mercati Retail, Office, Hospitality e Data Center; DEGW, leader nella consulenza strategica sui modi di lavorare e sull’interazione fra spazio fisico e performance aziendale; FUD Brand Making Factory, dedicato al Physical Branding e al Communication Design.

Progettato da FUD, sulla base dell’idea creativa dell’artista siriano Jamal Joratli, il negozio WakeUp di via Torino crea una connessione emotiva con il marchio. Lo spazio, ne rappresenta il cuore pulsante, il centro emotivo. FUD anche in questa occasione riesce a raccontare quello che nemmeno il cliente riesce a esprimere.

WakeUp Cosmetics è uno spazio luminoso, fluido e organico rappresenta l’essenza di un marchio e una nuova shopping experience. Il brand di makeup, skincare e accessori WakeUp nasce dall’idea di Jamal Joratli. La sua aspirazione è invitare i clienti a esprimersi con naturalezza, per permettere a ciascuno di scoprire e valorizzare la propria vitalità e bellezza. Una filosofia che trova la sua espressione nel logo dell’azienda: un sole dorato e brillante, all’insegna dell’energia e della vitalità di un marchio fatto per risvegliare una nuova voglia di bellezza.

Nel nuovo store WakeUp di Milano i clienti diventano il centro di un’esperienza che li guida attraverso lo spazio e riafferma costantemente il loro legame con il marchio, una relazione che prende forma nella scoperta dei prodotti. Rendere il cliente parte attiva dell’esperienza di shopping, regalare una consumer experience coinvolgente e attiva sono stati i principali obiettivi del progetto. L’interazione immersiva genera uno scambio necessario per attivare la parte più emotiva del processo di acquisto.

Fonte di ispirazione per lo spazio che accompagna il cliente secondo ritmi ondulati e sinuosi è una natura avvolgente e stilizzata in forme curvilinee e armoniose. La store experience è coerente con questo mood organico e fluido, in cui l’astrazione di forme organiche e pure diventa tema progettuale per gli elementi di arredo, per l’esposizione dei prodotti e per il senso di accoglienza complessivo che regala lo spazio.

Per la comunicazione e l’esposizione dei prodotti sono stati concepiti moduli retroilluminati circolari in quattro dimensioni, posizionati alle pareti e all’interno di sculture tridimensionali poste sul grande bancone centrale e in vetrina dedicato all’esposizione e alla vendita. Le cornici intercambiabili in alluminio e plexiglass sono pensate per riconfigurare con facilità i messaggi al cliente, come il lancio di un prodotto o la segnalazione di una categoria di prodotto. Gli anelli sono in plexiglass opalino in diverse cromie a indicare le differenti tipologie di prodotto. Alcuni di essi sono specchi. La cornice è bianca con finitura opaca o lucida oppure in pink gold, il colore rappresentativo del marchio.

A rendere dinamico e coinvolgente lo spazio di WakeUp, vi sono alcune makeup ring: zone lounge dove i prodotti possono essere provati prima dell’acquisto. In particolare al primo piano, il fulcro dell’ambiente è rappresentato dall’area beauty bar per testare i prodotti e da un’area social, con photo booth e selfie wall. Il linguaggio visivo dell’azienda è stato declinato da FUD secondo il filo conduttore degli anelli concentrici e della palette cromatica pink gold, con colori effetto cangiante dal rosa chiaro fino a un azzurro più acceso.

La segnaletica dei piani riprende coerentemente le geometrie circolari che caratterizzano lo store. Le indicazioni per il piano superiore, posizionate nel backside della scala mobile, esprimono vitalità e armoniosità grazie all’utilizzo di una pellicola dicroica sui toni del bianco e del rosa che, osservata da diverse angolazioni, crea colori unici. L’effetto cangiante delle tinte pastello è ripreso anche sulla fascia della scala mobile.

Condividi:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Share on linkedin
LinkedIn