fbpx

Gioia 22, la nuova torre direzionale verso un futuro sostenibile

Gioia 22

L’innovativa torre GIOIA 22, a Porta Nuova, soprannominata “Scheggia di Vetro”, è progettata a misura d’uomo per garantire una vita lavorativa di qualità superiore.

COIMA è una piattaforma leader nell’investimento, sviluppo e gestione di patrimoni immobiliari per conto di investitori istituzionali internazionali e domestici. COIMA Srl, società di development e property management, in oltre 40 anni ha sviluppato e gestito immobili per oltre 5 milioni di metri quadrati. Fra i progetti più importanti la piattaforma ha co-investito, co-sviluppato e gestisce ancora oggi il progetto Porta Nuova a Milano, uno dei più prestigiosi piani di riqualificazione urbana d’Europa. COIMA SGR e UBI Banca, per conto del fondo Porta Nuova Gioia, hanno infatti perfezionato un contratto relativo alla locazione quindicennale della torre Gioia 22.

GIOIA 22 rappresenta l’evoluzione degli edifici ad uso direzionale. Tecnologia e sostenibilità sono le fondamenta di un progetto che per primo interpreta una nuova generazione di edifici direzionali, intelligenti e integrati. Consumi energetici estremamente contenuti si accompagnano a un uso innovativo degli spazi interni ed esterni.

Collocato strategicamente in prossimità dei principali snodi infrastrutturali di Milano, GIOIA 22 è un gate verso le grandi metropoli internazionali. L’alta qualità della vita lavorativa è una leva importante per attrarre e trattenere i migliori talenti professionali all’interno delle organizzazioni che guardano al futuro. GIOIA 22 garantisce una qualità di vita superiore legata alla cura e alla piacevolezza degli spazi di lavoro o di socializzazione. Grazie all’integrazione di piste ciclabili, aree pedonali, zone verdi e luoghi di condivisione, l’edificio risponde alla richiesta sempre più sentita dalle nuove generazioni di una mobilità green, orientata a uno stile vita sano e rispettoso dell’ambiente.

L’avveniristica architettura di GIOIA 22, che si sviluppa allargandosi in una tensione verso l’alto per 26 piani, è frutto di un acuto sforzo ingegneristico nella progettazione delle strutture e dell’involucro, destinato a lasciare un segno identitario nel paesaggio urbano milanese. L’originale forma della torre rappresenta il risultato della confluenza di due tessuti urbani e al tempo stesso la risposta all’esigenza di ottimizzazione della luce e dell’energia solare. La combinazione di questi due fattori ha determinato la singolarità di una forma dinamica in grado di esprimere in modo autentico la sua particolare collocazione nello skyline milanese, come ha dichiarato Gregg Jones (Principal di Pelli Clarke Pelli Architects).

Il progetto GIOIA 22 sposta la frontiera della sostenibilità ambientale, sperimentando nuovi parametri di efficienza energetica. Grazie all’introduzione delle più efficaci best practice di edilizia sostenibile, l’edificio risponde agli standard Nearly Zero Energy Consumption Building. GIOIA 22 utilizza un sistema alimentato da acqua di falda sia per il riscaldamento sia per il raffrescamento, sfruttando l’innovativo raffrescamento diretto da free cooling (senza utilizzo di un gruppo frigorifero). Il risparmio energetico comincia dalla facciata in triplo vetro, che permette il massimo contenimento dei consumi. L’estensione della superficie dei pannelli fotovoltaici, di oltre 6.000 m2, è quasi pari alla superficie in pianta dell’intero lotto: un primato per un edificio ad uso direzionale.

GIOIA 22 si sviluppa per un’altezza complessiva di circa 120 m ed è in grado di ospitare fino a 2.700 persone all’interno dei suoi uffici. Il basamento dell’edificio, che ai piani interrati ospita oltre 350 posti auto, spazi tecnici e aree di storage, dispone di un’ampia lobby di ingresso a tripla altezza, di un piano polifunzionale e di un’ampia terrazza. Un sistema di 12 ascensori serve l’edificio secondo i più alti standard BCO (British Council for Offices).

Uffici e spazi ricreativi guardano all’esterno attraverso le grandi vetrate. Gli interni, inondati di luce naturale, affacciati sul verde e sullo skyline di Porta Nuova, disegnano spazi eleganti e versatili, di grande comfort abitativo. L’utilizzo di materiali naturali e certificati Cradle to Cradle® assicura totale salubrità degli ambienti e un benessere ideale per uno spazio di lavoro più sereno e produttivo. L’interior design è personalizzabile in base alle esigenze del conduttore, anche attraverso l’introduzione di servizi quali palestre, aree mensa o relax, asili nido, auditorium.

L’interazione tra spazi interni ed esterni, privati e aperti al pubblico, si concretizza nel podio e nelle aree verdi che lo circondano, punti di connessione tra l’edificio e la città. La coesistenza di uffici e attività commerciali, sociali e ricreative testimonia la versatilità multifunzionale dell’edificio, che ne rende la fruizione più vivibile.

Vivere e lavorare all’esterno mantenendo un alto standard in termini di comfort è possibile, grazie a spazi progettati per ridurre l’inquinamento acustico. Aree dedicate offrono spazi di sosta piacevoli per una pausa pranzo o per svolgere una riunione all’aperto.

Condividi:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Share on linkedin
LinkedIn