fbpx

Progetto CMR e Sportium per il nuovo stadio del Cagliari Calcio

Al via la progettazione definitiva del nuovo Stadio del Cagliari, affidato a Sportium.

Progetto CMR è una società specializzata nella progettazione integrata, nata nel 1994 e strutturata in tre dipartimenti: architettura, ingegneria, design, che operano in modo integrato per offrire soluzioni personalizzate, innovative e sostenibili. L’obiettivo è realizzare un’architettura flessibile, efficiente ed ecosostenibile applicando un metodo che parte dall’analisi delle esigenze del cliente. La sede centrale è a Milano, ha uffici in diverse città nel mondo: Roma, Atene, Pechino, Hanoi, Istanbul, Jakarta, Mosca, Praga, Tianjin ed è partner di EAN – European Architect Network. Nel 2018 la società di progettazione integrata milanese annuncia la nascita di due nuove realtà che vanno ad ampliarne ulteriormente i settori di intervento: Progetto Design&Build e Sportium.

Sportium è una società italiana che riunisce tutte le competenze eccellenti necessarie alla realizzazione di uno Sport&Entertainment Asset di successo. Sportium è in grado di gestire in maniera integrata tutte le fasi di Analisi, Sviluppo, Gestione e Realizzazione di un asset sportivo includendo le professionalità di Progetto CMR, supportati da esperti (nel campo delle ricerche di mercato, della consulenza di marketing, del retail, dell’hospitality, della finanza e del credito) nell’ottica dell’offerta di un servizio completo.

Tra i progetti recenti in Italia, risale al 2018 la progettazione dello Stadio del Cagliari Calcio. Uno stadio innovativo e sostenibile ma fortemente radicato nel territorio, fiore all’occhiello di un’intera terra e punto di forza della squadra calcistica che la rappresenta.

“Siamo il regno ininterrotto del lentisco, delle onde che ruscellano i graniti antichi, della rosa canina, del vento, dell’immensità del mare…” (Grazia Deledda)

Il progetto per il nuovo stadio di Cagliari nasce anche dalla comprensione delle parole di Grazia Deledda e da queste parole Sportium è partito ideando il concept dell’impianto. Impianto che è prima di tutto uno stadio di calcio che diventi l’orgoglio della città e della squadra, in linea con le migliori buone pratiche internazionali, benchmark nell’attuale panorama dell’impiantistica sportiva in Italia e dunque punto di eccellenza da ammirare e imitare. Struttura che inoltre travalica la propria natura di luogo per la fruizione entusiastica dello Spettacolo del Calcio e che diventa icona di tutta la città e della Sardegna, come se fosse sempre stato parte di essa e ora risorge dalla vetuste strutture di un’altra icona storica, quale è stato sino a poco tempo fa lo Stadio Sant’Elia.

Morfologicamente coerente e integrato con l’ambiente circostante e con la città di Cagliari, ne richiama costantemente le peculiarità sia cromatiche che materiche, non astratto ed alieno edificio ma componente sostanziale del paesaggio, di cui riporta armonicamente le linee essenziali e si configura come intervento di efficace ricucitura con i diversi ambiti. Per queste ragioni, diventa meta di frequentazioni quotidiane oltre il puro e semplice match day, volte ad un piacevole trascorrere del tempo libero, percorrendo con tranquillità spazi ampi e gradevoli, sostando per apprezzare la vista del mare o del borgo, assaporare gli sparsi aromi del vento e della macchia mediterranea, luogo nel contempo ludico e rilassante, con la libera disponibilità di ambienti dedicati.

Con la presenza della mineralità nell’area circostante l’arena, che richiama la sostanza e i colori della costa e delle sue scogliere, si è voluto rappresentare un momento di dinamica percezione e assimilazione dello stadio stesso, che emerge materico nei colori tipici delle pietre locali e con evidenti richiami alle opere di Pinuccio Sciola. Con specifico riferimento all’ospitalità, è prevista la realizzazione di un complesso alberghiero di qualità e dotato anche di 4 camere con vista sul campo di gioco, integrato nella struttura dell’impianto stesso e dotato in copertura di un ampio roof garden con piscina scoperta.

L’arena rappresenterà la nuova pietra di paragone per tutti gli impianti di calcio, tutto l’insieme delle dinamiche, delle variabili e delle caratteristiche strutturali sono state pertanto analizzate e sviluppate a tale scopo. La peculiarità ergonomica delle sedute, la facilità di accesso ai differenti settori dello stadio, la completa e soddisfacente fruizione dello spettacolo calcistico da ogni possibile posizione all’interno dell’impianto, la copertura che può incorporare interventi di efficientamento energetico, la disponibilità di eleganti e funzionali aree hospitality, vari punti di ristorazione puntualmente posizionati, l’illuminazione adeguata, i molteplici interventi tecnologici rivolti ad enfatizzare il concetto di smart arena e, ma non da ultimo, la possibilità di esaltare acusticamente l’entusiasta e caloroso supporto della tifoseria cagliaritana, con l’espressa volontà di creare l’effetto  “dodicesimo uomo” e di sviluppare al meglio la cosiddetta fan experience, senza alcun particolare impatto sull’ambiente esterno.

L’impianto è stato inoltre progettato per risultare completamente aderente ai requisiti indicati dalla Uefa per strutture di questa tipologia e inoltre nel pieno rispetto della normativa vigente in termini di sicurezza attiva e passiva. Stadio pensato secondo i più efficienti criteri di modularità, allo scopo di renderlo ampliabile da 25.200 posti a 30.000, idoneo pertanto alla partecipazione a futuri ed auspicati eventi e campionati internazionali, rendendo nuovamente Cagliari una delle capitali del calcio italiano.

«E tutto questo, mirabile nella propria complessa semplicità, si riverbera in questa arena, che tutto contiene e tutto amplifica, ove chiunque la visiti o la frequenti, può esclamare con orgoglio e passione “Ti amo Cagliari!” » (Sportium)

 

 

 

 

Condividi:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Share on linkedin
LinkedIn