ALESSIO PINTO

Nasce a Roma il 12 luglio 1968. Frequenta la facoltà di Architettura presso l’università degli studi di Roma “La Sapienza” dove si laurea nel 1999 sviluppando un progetto di design per un nuovo sistema di posate da tavola, interesse quest’ultimo maturato a seguito di esperienze di stage, presso la Sabattini Argenteria di Bregnano (Como), sui metodi e tecniche della lavorazione dell’ottone argentato per la posateria da tavola; e presso la Serafino Zani di Lumezzane (Brescia), sul design e la produzione di posate e pentole in acciaio inox. Nel 2000 frequenta il Master in Industrial Design della Domus Academy a Milano, laureandosi con un progetto di un sistema d’illuminazione per interni sviluppato in collaborazione con la Fabbian Illuminazione. Nel 2001 con il progetto Fit-ware, a flat-ware that fits vince il primo premio al concorso “PROGETTARE LA TAVOLA DEL TERZO MILLENNIO” bandito dalla Fratelli Calderoni (Verbania), e ottiene la selezione con il progetto K-naïf, a knife for a naïf use al “2° CONCORSO INTERNAZIONALE DI DESIGN DEL COLTELLO, MANIAGO DESIGN” bandito dal Comune di Maniago (Pordenone). Al Macef di Milano del 2002 questi progetti sono stati esposti in relative mostre tematiche. A Milano vive e lavora fino agli inizi del 2005 dove rafforza la sua vocazione per il design a seguito anche di continuate collaborazioni come architetto e designer presso affermati studi di progettazione. Durante il periodo milanese contatta Ceramica Flaminia e nel 2005 viene chiamato a collaborare stabilmente all’interno dell’azienda. Grazie alla sua formazione di architetto-designer, attualmente come libero professionista, fa parte dell’ufficio progetti di Flaminia dove si occupa dello sviluppo dei nuovi prodotti, svolgendo una funzione di raccordo tra le proposte dei designers esterni e le problematiche della produzione; collabora inoltre con la direzione artistica di Flaminia alla progettazione, realizzazione e aggiornamento degli strumenti di immagine e comunicazione dell’azienda

Tutti gli Interventi